Un anno DI GENERE

 
Nell’ambito del progetto arduo di catalogare la mia biblioteca e di giungere a elencare i libri che ho sinora letto nella mia vita, da un po’ di tempo mi sto tenendo nota dei libri che leggo.
 
Ho scorso l’elenco dei libri terminati nel 2007 e mi sono reso conto che:
 
1)     ultimamente mi pare di avere letto un po’ più della mia media. In base a dei calcoli notevolmente approssimati, avevo stimato di aver letto dai 13 anni in poi una ventina di libri all’anno. Contando i libri del 2007 vedo che a fine ottobre sono già a  33. L’ISTAT definisce lettore “forte” chi legge più di sei libri l’anno; devo dire, allora, che quest’anno sto andando fortissimo.
 
2)     Nel 2007 ho letto una altissima percentuale di libri “di genere”, in particolare di “gialli”. E mi sono dedicato molto più che in passato alla lettura di volumi pubblicati da piccole case editrici. Devo dire di essere soddisfatto di questa mia scelta.
 
Per chi sia interessato, riporto l’elenco dei libri che ho letto quest’anno, con dei brevissimi commenti.
 
 
ULTIMI LIBRI LETTI
  • Le ossa di Dio di Leonardo Gori (con dedica). Ottobre 2007. Thriller storico (l’attendibilità dell’ambientazione storica è garantita da Franco Cardini) anche se si apre con un episodio certo inaspettato (e mai avvenuto). Nel 1504 il piccolo porto che poi diverrà la città di Livorno è sconvolta dall’attacco di un migliaio di scimme feroci e assassine. Nel frattempo Leonardo da Vinci, che sta dirigendo per conto di Firenze i lavori per deviare il corso dell’Arno e assetare i Pisani, scompare e Niccolò Macchiavelli si muove per cercare di rintracciarlo. Romanzo di azione e con colpi di scena a ripetizione.
  • Un mare di delitti. Antologia di racconti di suspense e di paura che si ispirano al mare. Editrice Laurum. Ottobre 2007. Gli autori sono Paola Alberti, Irene Blundo, Graziano Braschi, Francis Marion Crawford, Nino Filastò, Leonardo Gori, Roberta Lepri, Daniele Nepi, Gianfranco Nerozzi, Patrizia Pesaresi, Douglas Preston, Claudia Salvatori, Roberto Santini, Carlo Scarfoglio, Enrico Solito, Mario Spezi. Prefazione di Franco Valleri.
  • I Classici del Giallo – James Ellroy (Le strade dell’innocenza, Perché la notte, La collina dei suicidi) Settembre 2007 – 43 – Tre romanzi di James Ellroy. Per completare le mie conoscenze dei gialli classici. Ho letto Le strade dell’innocenza: è certamente molto intenso e coinvolgente ma la trama è governata da comportamenti dei personaggi improbabili e da coincidenze inverosimili. Inoltre una percentuale davvero alta dei personaggi, in primis il protagonista, è più o meno pazza o disturbata e questo mi ha reso difficile l’immedesimazione. Ho poi letto Perché la notte. Un po’ meno intenso e anormale de Le strade dell’innocenza, ma anche qui abbondano squilibrati e coincidenze assurde. Per ora non leggerò La collina dei suicidi, perché ho capito che i serial killer o roba del genere non mi attraggono molto. Ma certo c’è molto da imparare dalla capacità di Ellroy di attaccare il lettore alle pagine.
  • Descrizione di un luogo. 52 brevi racconti per i dieci anni di stile libero di Autori vari. Settembre 2007. Sono racconti di due pagine. Li ho usati per riempire i buchi di due minuti. Evidentemente ho pochi buchi nella mia giornata dato che questo libro mi è durato sei mesi.
  • Sarti Antonio tra gente perbene diLoriano Macchiavelli. Agosto 2007. Una raccolta di racconti aventi per protagonista il famoso questurino bolognese. Indubbiamente di ottimo livello, anche se sono sempre convinto che il racconto non sia il tipo di opera più adatta al giallo, che richiede i più ampi spazi concessi dal romanzo.
  • Lo specchio nero di Franco Cardini e Leonardo Gori. Agosto 2007. Una storia complessa ambientata a Firenze e Parigi durante la guerra. Con un interessante trio investigativo composto da un carabiniere, da un Colonnello delle SS e da una bella ebrea.
  • Istambul Bound di Carlo Bordoni. Agosto 2007. La storia di un ragazzo imbarcato su una vecchia nave da carico che faceva spola tra Marina di Carrara e Istambul negli anni Trenta. Letto mentre viaggiavo, appunto, verso l’antica Bisanzio. Ben scritto, oscilla tra il realistico e il fantastico.
  • Il segreto etrusco di Giuliana Boldrini. Agosto 2007. È un libro per ragazzi della Vallecchi del 1965. È da sempre nella nostra casa al mare e lo lessi da ragazzo. L’ho riletto perché stavo scrivendo un racconto ucronico basato sugli etruschi e avevo bisogno di documentarmi un po’.
  • L’assassinio di Roger Ackroyd di Agatha Christie. Agosto 2007. Uno dei gialli migliori della Christie. È il tipico giallo classico, un genere che trovo un po’ freddo e meccanicistico.
  • Il mistero della scomparsa dei Settantadue Confratelli di Fabrizio Gadoni. Robin Edizioni. Agosto 2007 – La storia di una bibliotecaria che si avventura nelle viscere della sua biblioteca situata in una antica chiesa sconsacrata e risolve un mistero avvenuto nel 1766. È una storia molto buona, scritta in modo curato e letterario. L’autore eccede però nelle spiegazioni; fosse un poco più asciutto sarebbe ottimo.
  • Una storia d’annata di Loredana Squeri. Zona. Agosto 2007 – Cinque racconti gialli scritti con grazia e ironia.
  • Per cosa si uccide di Gianni Biondillo. Agosto 2007. È il primo libro di un autore che scrive storie divertenti, anche se non molto realistiche.
  • Come scrive un giallo di Patricia Higsmith. Minimum fax. Agosto 2007 – Teoria e pratica della suspence spiegata da una delle più famose gialliste americane. Non ci ho trovato particolari suggerimenti tecnici ma piuttosto considerazioni di ordine generale.
  • Elementi di tenebra di Andrea Carlo Cappi. Alcràn edizioni. Agosto 2007 –- Più che un manuale di scrittura thriller è un saggio che ricostruisce in modo estremamente interessante la storia dei vari filoni del giallo-noir e analizza trame, strutture e personaggi tipici. Rende chiarissimo il fatto che ormai si sono scritti gialli di ogni tipo e che le brillanti idee originali che pensavamo di utilizzare prima o poi, in realtà sono già state poste in essere da un pezzo (e quasi tutte da una delle prime, ovvero Agatha Christie, mannaggia a lei). La lettura del libro di Cappi può quindi essere poco confortante per chi aspiri a scrivere un giallo-noir originale, ma, d’altronde, come diceva qualcuno, è solo conoscendo la storia passata che possiamo progettare il futuro. È quindi questo un saggio di grande utilità.
  • Lama e trama 4 di vari autori, tra cui Lucarelli e Bernardi. Zona. Da luglio 2007 – È la quarta antologia che raccoglie i racconti premiati nel 2006 dal concorso letterario della città di Maniaco dedicato ai coltelli;
  • Delitto dell’aquila nera di Achille Maccapani. Luglio 2007 – Zona. Fantathriller ambientato a Genova nel 2001 nel corso del G-8;
  • L’ultima stoccata di J.P. Rossano. Luglio 2007 – Edizioni il Molo. Giallo con protagonista un detective privato ex schermidore scritto da un esordiente torinese sotto pseudonimo;
  • Oltre la gelida condanna di Augusto Lunardini. Edizioni il Molo. Luglio 2007 –  Secondo romanzo che parla del Dottor Carlus Randi, medico ingiustamente imprigionato in un carcere di massima sicurezza sotterraneo su un pianeta ricoperto di ghiaccio;
  • Balene Bianche di Sabrina Campolongo. Michele di Salvo Editore. Giugno 2007 – Sette intensi racconti di una brava esordiente;
  • I sotterranei di Bologna di Loriano Macchiavelli. Giugno 2007. Uno dei maggiori esponenti del giallo italiano in un romanzo in cui l’autore dimostra una grande personalità.
  • La scomparsa dei fatti di Marco Travaglio. Il Saggiatore. Maggio 2007 – Comprato per arrabbiarmi un altro po’; e infatti mi sono arrabbiato.
  • La fisica in ballo di Giovanni Filocamo. Maggio 2007. E’ un libro che spiega il Tango argentino mediante le leggi della fisica che vengono applicate ballandolo (o viceversa).
  • I grandi casi di Sherlock Holmes (Uno studio in rosso, Il segno dei quattro, Il mastino dei Baskerville, La valle della paura) di Conan Doyle. Maggio 2007. In realtà questi classici non li avevo mai letti. Ho quindi colmato un’altra delle mie numerose lacune. Sono rimasto colpito dalla grande leggibilità che questi grandi romanzi di genere hanno conservato, dopo 120 anni circa dalla data in cui sono stati scritti.
  • Pistoia gialla e noir Autori vari. Aprile 2007 Antologia di racconti gialli e noir ambientati a Pistoia. Introduzione di Francesco Guccini e racconti di Macchiavelli, Nepi, Vichi, Previti, Fiori, Di Bernardo, Alberti e altri.
  • Agosto è il mese più crudele di Daniele Nepi. Marzo 2007. Ho conosciuto Daniele Nepi in un concorso letterario in cui eravamo assieme nella giuria e ho letto con curiosità questo suo libro. È un giallo edito da Marsilio che ha una bellissima costruzione: l’identità del colpevole viene svelata solo al penultimo rigo. L’ho letto con una sorta di affetto perché presenta molte caratteriste in comune col mio giallo L’unico peccato. Entrambi i libri sono strutturati in più di settanta capitoli brevi, con un taglio molto cinematografico. Entrambi sono ricchi di personaggi e caratterizzati da un’ampia prima parte introduttiva. In tutti e due i libri si sente la voce dell’autore che esprime la propria opinione su alcuni argomenti che gli stanno a cuore. Il tono di Nepi è però ben più serio del mio e Daniele dimostra una approfondita conoscenza dell’alta cucina di montagna e internazionale. Penso che uscire a cena con lui sarebbe un’esperienza di notevole interesse. 
  • Ragionevoli dubbi di Gianrico Carofiglio – Marzo 2007 – Ho letto tutto d’un fiato i suoi primi due libri sull’avvocato Guerrieri. Questo è il terzo e ho trovato buono anch’esso.
  • Cronaca di una morte annunciata di Gabriel Garcia Màrquez – Marzo 2007 – (rilettura di libro a suo tempo avuto in prestito). Màrquez è sempre Màrquez, niente da dire.
  • Fare il punto di Autori vari della Scuola Holden di Baricco – Marzo 2007 – Un opuscolo con note sulla punteggiatura allegato alla serie di fascicoli “Scrivere” della De Agostini. È un libretto che tratta la punteggiatura da un punto di vista “filosofico” più che tecnico. Tutto molto gigioneggiante e di poca utilità pratica.
  • La ballata delle prugne secche di Pulsatilla. – Febbraio 2007 – Un libro scritto da una blogger: molto divertente la prima parte, con qualche buona battuta nella seconda; assolutamente da non far leggere ai bambini (per gli argomenti e le espressioni usate). L’avevo comprato anche per capire qualcosa di più sul mondo dei blog, ma ne parla solo marginalmente. Molti brani del libro erano già sul sito di Pulsatilla; volendo, con quello che c’è sul blog, la ragazza ce ne può scrivere quattro o cinque di libri come questo. 
  • Ansia Assassina di Carlo Menzinger di Preussenthal – Febbraio 2007. Una sequenza di morti che mette veramente ansia.
  • La proposta di Nino Filastò – Febbraio 2007. È un ottimo romanzo di fantascienza grottesca, anche se tecnicamente parlando non l’ho finito. A pagina 148 del mio volume, infatti, il protagonista, che si chiama Degrado, entra in una stanza alla fine di un capitolo. Il capitolo successivo è il quarto di un giallo di ambientazione tipicamente anglosassone. Il libro poi termina con i successivi capitoli del racconto giallo anglosassone (una trentina di pagine in tutto). Un micidiale errore di impaginazione. Mi sono però affezionato a questa mia copia del libro, dove peraltro Nino Filastò mi ha fatto una bella dedica. Lo contatterò appena possibile per farmi dire come finisce la sua Proposta. 
  • 1984 di George Orwel (rilettura) – Febbraio 2007. L’ho riletto perché mi serviva averlo ben presente per vedere se poteva entrarci in un saggio (diciamo: una riflessione) che sto preparando su I barbari e Il mondo nuovo. Sempre angosciante e micidiale il vecchio Orwell.
  • Gomorra di Roberto Saviano – Gennaio 2007. Davvero impressionante. Dopo che lo hai letto capisci perché in Italia non ci sono tanti giornalisti che fanno inchieste vere: è inutile. In un paese normale dopo l’uscita di un libro che racconta cose come queste (ma in teoria non ci sarebbe bisogno di aspettare un libro) la lotta alla criminalità e la riconquista della sovranità dello Stato e della legalità su una parte così ampia del suo territorio sarebbe la prima delle priorità del governo e dell’opinione pubblica. Invece non succede niente. Come non succede niente dopo le inchieste di Report e di altri pochi che continuano a denunciare cose gravissime. Dopo averle sentite, queste inchieste, ci si aspetterebbe per il giorno dopo sconquassi politici e giudiziari, invece non succede mai niente. Allora è inutile fare le inchieste. Fanno bene i giornalisti che si occupano del Grande Fratello.
 
Annunci

Info Sergio Calamandrei
Scrivo: vedi www.calamandrei.it Ho pubblicato due romanzi, un saggio e vari racconti che nel complesso formano il Progetto SESSO MOTORE ( www.calamandrei.it/sessomotore.htm ). Oltre a ciò, vari altri racconti. scrivere@calamandrei.it

5 Responses to Un anno DI GENERE

  1. akio says:

    ahahahah! splendido post… mi è venuta voglia d prendere lezioni di… tango argentino! grande sergio

    Mi piace

  2. utente anonimo says:

    Carissimo Sergio,
    ti ringrazio per le belle parole che mi hai detto ieri pomeriggio, a margine del reading di Pisa. Solo un particolare: mi chiamo Maccapani, e non Saccapani. Purtroppo il correttore automatico di Microsoft Word modifica automaticamente il mio cognome, non ho mai capito il perché.
    Un abbraccio e grazie

    achille maccapani

    Mi piace

  3. scriverecala says:

    Ciao Achille,
    effettivamente questo correttore è micidiale. Provvedo a correggere.
    A Pisa è stato davvero un bel pomeriggio.

    Sergio

    Mi piace

  4. akio says:

    ti ho appena “beccato su youtube” potrei farci un post per carotelevip ma sarei troppo cattivo!!! comunque, tentativo apprezzabile… scherzo, ovviamente
    ps. è incredibile che tu sia finito nella mia rete di “visioni” mattutine. ciao sergio

    Mi piace

  5. scriverecala says:

    Caro Akio,
    non ti sfugge nulla!
    Stavo predisponendo il sito e il blog per pubblicizzare “l’evento mediatico” e tu mi hai subito bruciato la notizia…
    Sei micidiale.
    Come hai fatto?

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: