Grammatica (drammatica)

Io e Carlo Menzinger ogni tanto, in fase di revisione di quanto scritto in comune, ci scambiamo dotte (?) disquisizioni sulla grammatica italiana.

Pubblico un estratto di queste conversazioni on line, con alcune mie osservazioni sulla punteggiatura nei dialoghi.


Ho letto vari libri di grammatica e sono giunto alla conclusione che le regole della grammatica italiana sono ben meno "codificate" di quanto si potrebbe supporre. Ovvero: su molti punti ognuno ha le sue interpretazioni e fa come vuole (rileggendo questa mail mi è venuto in mente la virgola prima del "ma". C’è chi la vieta in senso assoluto, come sosteneva la mia vecchia maestra e per anni sono andato avanti seguendo questa indicazione, chi la vorrebbe sempre, chi dice di distinguere caso per caso).
Inoltre è bene conoscere le regole base, ma queste possono poi essere talvolta consapevolmente violate per raggiungere effetti particolari.
 
Per la puntaggiatura nei dialoghi, poi l’anarchia è totale. Basta scorrere i vari libri italiani moderni che ognuno ha nella propria libreria.
Io, ad esempio, in sede di pubblicazione de L’unico peccato, ho convenuto con l’editore di eliminare le virgole prima degli incisi, che rappresentano sostanzialmente un inutile appesantimento, dato che la pausa nella frase viene già determinata dall’inciso.
Quindi io ormai:
 
– Ho mangiato pere, – precisò Paolo – mele e mandarini.
 
lo scrivo sempre
 
– Ho mangiato pere – precisò Paolo – mele e mandarini.
 
Detto questo, in linea di massima, il fatto che nei dialoghi la punteggiatura dovrebbe seguire quanto precede l’inciso potrebbe anche tornarmi. Vedo però, che nelle ultime cose che sto scrivendo tendo a eliminare anche il punto, oltre che la virgola, prima dell’inciso, e a far scivolare il punto al termine dell’inciso quando voglio che la frase successiva inizi con una maiuscola (alla fine, la punteggiatura dipende da come voglio che inizi la frase successiva. E’ lei che comanda, non la conclusione della frase precedente).
Ad esempio.
 
Lui scosse la testa. – Tutte le cameriere sono orientali – disse. – Al massimo, tra i maschi, abbiamo alcuni ragazzi dei paesi dell’est europa.
 
– Inginocchiati – disse.
 
– E tu chi minchia sei? – disse la mia bella


Per chi volesse approfondire la  conoscenza della sconcertante inesistenza di regole codificate per la grammatica italiana

consiglio

Bice Mortara Garavelli
  • Prontuario sulla punteggiatura Interessante analisi della punteggiatura. Mi serviva a chiarirmi alcuni dubbi sulle regole della grammatica italiana. Mi ha confermato che le regole della grammatica italiana sono abbastanza evanescenti e ognuno fa come gli pare.

e, semplicemente, segnalo

 

  • Fare il punto di Autori vari della Scuola Holden di Baricco. Un opuscolo con note sulla punteggiatura allegato alla serie di fascicoli “Scrivere” della De Agostini. È un libretto che tratta la punteggiatura da un punto di vista “filosofico” più che tecnico. Tutto molto gigioneggiante e di poca utilità pratica.
 

Scuola Holden

Annunci

Info Sergio Calamandrei
Scrivo: vedi www.calamandrei.it Ho pubblicato due romanzi, un saggio e vari racconti che nel complesso formano il Progetto SESSO MOTORE ( www.calamandrei.it/sessomotore.htm ). Oltre a ciò, vari altri racconti. scrivere@calamandrei.it

7 Responses to Grammatica (drammatica)

  1. katiuccia says:

    Sergio! Non mi sono scordata, accendevo ora giusto per integrare! Che piacere mi hai fatto passando! Un abbraccio e a presto!

    Mi piace

  2. Menzinger says:

    Mi associo pienamente con l’idea di evitare l’abbinata virgola trattino.

    Stuzzicato da queste tue interessanti osservazioni ho ripreso alcune mie recenti osservazioni sull’uso della virgola e le ho riportate nel mio blog http://menzinger.splinder.com/post/14947496/Virgula+veneranda.

    Ciao

    Carlo
    http://www.scrivo.too.it

    Mi piace

  3. scriverecala says:

    Grammatica (drammatica) – 2[..] Parlando del mio precedente post sulla grammatica, Roberto Santini mi ha segnalato un altro aspetto su cui concentrare l’attenzione, oltre alla punteggiatura. Spesso, egli osserva, vari scrittori fanno un uso praticamente anarchico e talvolta decisame [..]

    Mi piace

  4. Io nel mio primo blog, in unodei box laterali ho inserito piccole regole grammaticati, tanto gli errori mi danno fastidio.
    Riguardo ai dialoghi io preferisco le virgolette e la punteggiatura a fine frase.
    Riguardo gli strafalcioni della vita moderna, che sento e vedo scritti soprattutto dai giornalisti (che della lingua italiana e delle sue regole dovrebbero sapere di tutto e di più), una delle cose che non sopporto proprio è l’uso improprio e dilagante del “gli”, sia al posto del “loro” che del “le”.

    Mi piace

  5. scriverecala says:

    Penso che sul “gli” occorra accettare l’uso esteso impostogli dalla lingua parlata.

    Ormai “loro” è del tutto desueto e nei dialoghi non lo inserisco mai, per non far sembrare innaturale la frase.
    Ho delle remore ad usarlo anche nel testo normale; diciamo che, spesso, per evitare il problema, giro in altro modo la frase.

    Con “le” siamo ancora al limite. Continuo ad usarlo; senza problemi nel testo, mentre nei dialoghi, solo se chi parla è una persona colta.

    Mi piace

  6. Io sul “loro” non mi arrendo, so che sul vocabolario se ne indica l’uso nel plurale ma io non ce la faccio ad usarlo. Se parlando qualche volta scappa, scrivendo, no, mai e poi mai.
    A volte uso il “loro” e a volte faccio come te e “giro” la frase.
    Sono, però, contenta di verificare che, in questo marasma di ignoranza dilagante dove alle scuole elementari si insegna tutto tranne quello che si dovrebbe e cioè la grammatica e le tabelline, in alcuni programmi per bambini (e io ne vedo tanti avendo due figli piccoli) nei dialoghi usano il “loro”: che boccata d’ossigeno!

    Mi piace

  7. scriverecala says:

    Grammatica (drammatica) 3 – gli e loro[..] Visto che mi paiono interessanti, trasporto in un post una serie di commenti sul “LORO” inseriti sotto al mio post del 30/11/07. Dice Francesca Padula: Riguardo gli strafalcioni della vita moderna, che sento e vedo scritti soprattutto d [..]

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: