La distribuzione dei libri – LE FUNZIONI DELL’EDITORE: funzioni che funzionano ancora e funzioni che non funzionano più – 6

LE FUNZIONI DELL’EDITORE: funzioni che funzionano ancora e funzioni che non funzionano più

 Breve guida

·        per aiutare gli scrittori a valutare con chi pubblicare

·        per assistere agli editori nell’individuazione di strategie per la sopravvivenza

(qui la parte prima: Chi sopravvive sul mercato – Scomporre l’attività dell’editore in funzioni)

(qui la parte seconda: Le funzioni dell’editore – il miglioramento delle opere mediante l’editing)

(qui la parte terza: La produzione dell’oggetto libro)

(qui la parte quarta: L’attribuzione del codice ISBN)

(qui la parte quinta: L’assolvimento degli obblighi fiscali connessi ai libri)

 

Parte sesta

La distribuzione del libro

 

In realtà, la distribuzione vera e propria del libro non la fanno gli editori ma i distributori, che sono soggetti importantissimi nel mercato del libro. A voler essere precisi si potrebbe dire che la funzione che svolge l’editore è quella di dare accesso ai canali distributivi.  

Gli editori possono essere legati a uno o più distributori. I distributori possono essere nazionali o locali e, oltre a distribuire fisicamente i libri, si occupano di promuoverli presso i librai. Naturalmente più il distributore è grande, maggiore è la sua influenza sulle librerie, con possibilità di giungere fino alla imposizione vera e propria di certi acquisti.

I grandi editori hanno facile accesso alla distribuzione; più l’editore diventa piccolo, più ha difficoltà a essere distribuito. In ogni caso, anche quando un piccolo editore ha accesso a un distributore nazionale, per lui è comunque impossibile essere presente in tutte le librerie nazionali (dovrebbe stampare un numero di copie incompatibile con le sue possibilità). Essere fisicamente presente in tutte le librerie, oltre a essere impossibile, sarebbe per lui anche inutile, dato che i libri dei piccoli editori di solito non vengono esposti di piatto negli scaffali e quindi non sono soggetti a essere acquistati d’impulso dal cliente incuriosito. I libri del piccolo editore, dunque, sono comprati da persone che li stanno specificamente cercando perché hanno già avuto notizia dell’esistenza di quell’opera. Per un piccolo editore è quindi considerato un buon risultato essere presente, sai pure in forma sporadica e a macchia di leopardo, nelle principali catene di librerie. La cosa più importante per il piccolo editore è che i suoi libri possano essere ordinabili, su richiesta dei lettori, da un buon numero di librerie che coprano vaste zone del territorio nazionale.    

Finché i libri dovevano passare per le librerie per essere venduti, i grandi editori avevano un vantaggio distributivo enorme rispetto ai piccoli editori. Man mano che si estende la rilevanza delle vendite effettuate on line, questo vantaggio si riduce perché in teoria ogni editore può vendere senza intermediazione dal suo sito ai lettori. Con il self-publishing addirittura, per certi versi, ogni autore può vendere direttamente al suo pubblico. E’ un processo simile a quello accaduto per la musica dove il web ha fornito a degli autori indipendenti la possibilità di farsi conoscere senza passare attraverso le grandi case.

Avere la possibilità di vendere e consegnare tramite internet risolve in parte il problema dell’accesso alla distribuzione. Permane però un altro aspetto su cui il piccolo è ancora perdente rispetto al grande, ed è quello della visibilità. Essere presente sulla rete, anche sugli store on line più importanti, non basta se il pubblico potenziale dell’opera non è messo in condizione di sapere che quel libro esiste. E’ lo stesso problema che i piccoli editori hanno nelle librerie fisiche, dove i loro libri non riescono a trovare posto sugli scaffali, o li attraversano veloci come meteore per poi tornare nei magazzini.

Avere una distribuzione è una condizione necessaria per vendere (se il libro non è disponibile, non può essere acquistato) ma non sufficiente. Occorre la promozione.

 

Segue… (6° di più post)

Annunci

Info Sergio Calamandrei
Scrivo: vedi www.calamandrei.it Ho pubblicato due romanzi, un saggio e vari racconti che nel complesso formano il Progetto SESSO MOTORE ( www.calamandrei.it/sessomotore.htm ). Oltre a ciò, vari altri racconti. scrivere@calamandrei.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: