Verde Giovedì 11 maggio alla IBS-Libraccio di Firenze – IL VANGELO DEL BOIA

Nicola Verde sarà a Firenze l’11 maggio: Giuseppe Previti e io presenteremo il suo ultimo giallo alla IBS-Libraccio di Firenze (via de’ Cerretani 16R)

Giovedì 11 maggio ore 18.00
Nicola Verde presenta

Il vangelo del boia

Newton Compton Editori S.r.l.

 

ISBN: 9788822702029 – Pagine: 320

Nuova Narrativa Newton n. 732

Nicola Verde è un autore che ho già presentato nel 2011 quando portò a Firenze La sconosciuta del lago, un giallo ambientato nel 1955, basato su un fatto realmente accaduto: il ritrovamento del cadavere di una donna decapitata. Adesso Verde affronta il giallo storico (o perlomeno: “più storico” del precedente) con una storia ambientata nella Roma dell’Ottocento, nella prima parte degli anni Sessanta. Mi ha interessato molto leggere un libro ambientato a Roma in quel periodo perchè sto scrivendo una serie di racconti gialli ambientati nella Firenze capitale d’Italia, dal 1865 in poi (vedi La ragazza delle case di ferro e Veloce Club). E mentre nel resto d’Italia era forte in quegli anni il desiderio di unificazione, nell’Urbe doveva viversi una situazione opposta, di assedio e di fine prossima. In alcuni passaggi dell’opera di Verde si accenna, infatti, a questa atmosfera. Leggendo il romanzo ho poi incontrato una fumeria d’oppio e questa è una curiosa coincidenza perchè in uno dei racconti che sto scrivendo parlo appunto delle guerre dell’oppio e di come questa sostanza fosse consumata in Firenze, capitale del Regno. Di tutto ciò parleremo giovedì.

LA QUARTA DI COPERTINA

Nelle stanze del Vaticano si nasconde un inquietante segreto

Roma, 1864. Mastro Titta, il boia del papa, esegue due condanne a morte per omicidio. Ma quando sta per esporre al pubblico, accorso come al solito in massa, le due teste mozzate, intravede un volto che sperava di aver dimenticato. Quell’incertezza gli costerà cara, costringendolo a dire addio alla sua gloriosa carriera. Che cosa è successo al famoso boia romano? Tutto ha inizio nel 1861, con l’uccisione di un gendarme, e, poi, un paio di mesi dopo, con il ritrovamento, sulle sponde del Tevere, di due cadaveri, uno dei quali senza testa. Fatti all’apparenza non legati fra loro, ma che danno il via a una catena di eventi che scuotono la Città Eterna. A occuparsi dei processi per quelle morti è il giudice della Sacra Consulta Eucherio Collemassi, oscuro personaggio legato a delle sette sataniche, che si serve delle false rivelazioni di Costanza Diotallevi, una fotografa dai facili costumi, per colpire il segretario di Stato, il cardinale Antonelli. E proprio Costanza ha trascinato Mastro Titta in una torbida vicenda dai contorni misteriosi, che a distanza di tre anni riemerge e tormenta il boia sul palco di un’esecuzione…

Chi si nasconde dietro atroci delitti e riti satanici?
Nelle stanze del Vaticano scorre il sangue di innocenti?
Mastro Titta, il boia del papa, è a caccia di una tremenda e sconvolgente verità.

ALCUNE RECENSIONI  E ARTICOLI

Su Letteratitudine

L’intervista su radio TRS

Su Il faro

L’AUTORE

Questa è la sua pagina Facebook.

Nicola Verde è nato a Succivo (CE) nel 1951 e vive a Roma. Ha scritto Sa morte secada, semifinalista al premio Scerbanenco; Un’altra verità, vincitore del premio Qualità editori indipendenti; Le segrete vie del maestrale, finalista al Festival Mediterraneo del giallo e del noir e La sconosciuta del lago. Il vangelo del boia è stato finalista nel 2016 al premio Alberto Tedeschi.

 

Periodo di presentazioni: Centazzo, Federico l’Olandese Volante e adesso Marenzana

Periodo intenso di presentazioni alla IBS-Libraccio di Firenze. Dopo la giornata del primo aprile, in cui si sovrapponevano tre presentazioni e nella quale ho presentato IL PRINCIPATO Storie di radio e rock’n’roll di Federico l’Olandese Volante, il 6 aprile ho presentato Squadra speciale minestrina in brodo OPERAZIONE PORTOFINO di Roberto Centazzo.

Adesso (venerdì 14 aprile) arriva anche Angelo Marenzana e l’11 maggio sarà la volta di Nicola Verde.

Dunque, Angelo Marenzana sarà a Firenze il 14 aprile: Giuseppe Previti e io presenteremo il suo ultimo giallo alla IBS-Libraccio di Firenze (via de’ Cerretani 16R).

Venerdì 14 aprile ore 18.00
Angelo Marenzana presenta

Alle spalle del cielo
Baldini&Castoldi S.r.l.

Angelo Marenzana è un autore che ha pubblicato per numerosi importanti editori, come più dettagliatamente indicato nella biografia che segue. L’ho conosciuto più di sette anni fa, quando è uscita l’antologia Crimini di Regime che conteneva vari racconti, tra i quali il mio Firenze, 1944. La cena col morto. L’antologia comprendeva anche racconti di Carlo Lucarelli, Leonardo Gori, Mario Spezi, Patrizia Pesaresi e molti altri, tutti tratti dall’omonima rubrica curata da Angelo Marenzana e da Daniele Cambiaso su Thrillermagazine.

Il nuovo libro di Marenzana è ambientato in un tempo e in un luogo a lui caro: la nebbiosa Alessandria durante la seconda guerra mondiale. Un breve estratto del romanzo è leggibile da questo link.

LA QUARTA DI COPERTINA

Alessandria, 1944. L’ex commissario di Polizia Lorenzo Maida è tornato in Italia ormai da qualche anno, ed è costretto a lasciare la polizia per non aver portato del tutto a termine una missione in Spagna, ovvero l’eliminazione di sette anarchici italiani. Mosso da un’inaspettata pietà ha lasciato in vita l’ultimo dei suoi obiettivi. Maida cerca quindi di ricostruirsi una nuova esistenza come commerciante di tessuti ad Alessandria, dove già vivono la sorella Martina con il marito Vito Todisco, commissario a sua volta e amico da sempre. La vita sembra scorrere normale, tra un allarme per un possibile bombardamento alleato e un’incursione delle truppe tedesche, quando una rapina in banca e il furto degli stipendi degli operai del calzaturificio locale turbano la placida comunità. Il caso sembra chiuso con il ritrovamento del cadavere di un noto balordo e la conseguente morte di Graffio, un giovane quanto ingombrante comunista dalla lingua lunga. Il tutto viene archiviato come un regolamento di conti tra due complici, Maida però non è convinto, e per dare una mano al cognato incaricato delle indagini si muoverà come un lupo solitario tra le pieghe della città. Così, tra banchieri senza scrupoli e ricordi di affascinanti amanti e la tagliente ironia del suo dipendente Curcio, Maida svelerà una verità ben più profonda che anima e turba la calma nebbiosa di Alessandria, mentre squadriglie di aerei alleati sono pronte a portare l’inferno in terra.

ALCUNE RECENSIONI

Su Libro Guerriero

Intervista su Radio Sound

L’AUTORE

 

Questa è la sua pagina Facebook.

Angelo Marenzana (1954) vive e lavora ad Alessandria come funzionario dell’Agenzia delle Dogane. Il suo ultimo romanzo, Alle spalle del cielo, è uscito nel febbraio 2017 per Baldini&Castoldi. Nel 2016, per Nero Press ha pubblicato Solo il mare intorno (una trilogia horror con Danilo Arona e Luigi Milani).

Creatore del commissario Augusto Maria Bendicò ha dato alle stampe la trilogia Legami di morte (Dario Flaccovio Editore), Ora segnata (Iris 4 Edizioni) L’uomo dei temporali (Rizzoli, 2013).

I romanzi Hotel Moresco e La scelta del Caporale (la cui versione cartacea è curata dalle Edizioni della Goccia) sono disponibili nella versione ebook di Algama Edizioni. Con Perdisa Pop è uscito nel 2010 Buchi neri nel cielo.

Suoi racconti sono stati pubblicati su Il Giallo Mondadori, Urania, Cronaca Vera, Stop, GQItalia, nell’antologia Omissis (Einaudi) e La legge dei figli (Meridiano Zero).

Biografia tratta dal sito dell’agenzia letteraria Bennici & Sirianni

 

Salva

Varesi oggi Giovedì 23 marzo alla IBS-Libraccio di Firenze – SONERI E LA LEGGE DEL CORANO

Valerio Varesi a Firenze: oggi 23 marzo Giuseppe Previti e io (ma potrebbero unirsi a noi anche due importanti scrittori fiorentini) presenteremo l’ultimo libro di Valerio Varesi alla IBS-Libraccio di Firenze (via de’ Cerretani 16R)

Giovedì 23 marzo ore 18.00
Valerio Varesi presenta

Il commissario Soneri e la legge del Corano
Frassinelli

VARESI legge corano grande

Valerio Varesi è un autore di grande successo, pubblicato sia in Italia che all’estero. Il commissario Soneri, protagonista dei romanzi di Varesi, con il volto di Luca Barbareschi è approdato in Tv nella serie di sceneggiati Nebbie e Delitti su Rai Due nel novembre 2005 (al fianco di Barbareschi c’era anche Natasha Stefanenko).

LA QUARTA DI COPERTINA

Per la prima volta da molti anni, Soneri si trova spiazzato; ma non è il tipo di delitto su cui sta indagando, un omicidio apparentemente banale, a turbarlo. È il contesto. Tutto comincia con l’assassinio di Hamed, un giovane tunisino che viveva nella casa di Gilberto Forlai, 76 anni, cieco, e che proprio nella casa di Forlai viene trovato morto. Seguendo le tracce di sangue di Hamed, Soneri si addentra sempre più nel mondo della comunità islamica di Parma, nelle lotte di periferia dove la tensione tra immigrati e italiani è sempre più alta e minacciosa, e dove tutto si confonde. Quanto pesano le questioni etniche e il radicalismo religioso, quanto pesa la politica, e quanto pesa invece la dimensione criminale e in primo luogo il controllo del mercato della droga? Quali sono le vere alleanze, e quali le vere divisioni? L’unica cosa che accomuna tutto e tutti sembra essere soltanto l’odio, sempre più manifesto e spudorato, sempre più palpabile: un odio che sta minando le basi di una città, di una società intera. Valerio Varesi, come sempre, non si limita a scrivere noir serrati e coinvolgenti, che tengono avvinto il lettore fino all’ultima pagina, ma utilizza il genere per illuminare i luoghi più scuri e inquietanti della nostra società, e per svelarne le contraddizioni.

ALCUNE RECENSIONI

Su Repubblica

Su MilanoNera

Sul sito di Matteo Bortolotti

L’AUTORE

valerio_varesi

Una biografia completa di Varesi è presente sul suo sito. Questa è la sua pagina Facebook.

 

Nelle fauci del Mostro – il 17 febbraio a Firenze Libro Aperto

Nelle fauci del Mostro sarà presentata venerdì 17 febbraio alle 20, durante il primo storico Festival del libro a Firenze (Firenze Libro Aperto) che si terrà dal 17 al 19 febbraio alla Fortezza da Basso.

Nelle fauci del Mostro, in cui è presente il mio racconto Eros e morte, è una antologia  ispirata alla vicenda del Mostro di Firenze, che, dopo tanti anni, continua a rimanere ben incisa, quasi un trauma indelebile, nell’immaginario collettivo dei fiorentini.

L’antologia è stata presentata in molte occasioni, ma siamo particolarmente contenti di poterla raccontare, ancora una volta, in occasione della prima edizione del Festival del libro di Firenze. Sono davvero curioso di vedere come sarà questo primo festival nella mia città, sperando che col tempo possa crescere e divenire un evento importante. Almeno potrò dire che io c’ero, nella prima edizione!

Mostro Firenze copertina media

Ho partecipato all’antologia col racconto Eros e morte, dove collego la paura del Mostro con quella di un altro mostro, ben più rilevante e globale, che apparve negli stessi anni: l’AIDS. Di fatto, nella seconda parte degli anni Ottanta, la sessualità, invece di essere solo gioia, si velò di un retrogusto tragico. A Firenze, fu ancora peggio, perchè c’era anche il Mostro, a sottolineare il legame tra Eros e Thanatos: le pulsioni di vita e di morte.

L’antologia è curata da Andrea Gamannossi e pubblicata da Istos Edizioni (novembre 2016). Maggiori informazioni sul libro, e sul mio racconto, sono disponibili sulla pagina del mio sito dedicata all’antologia.

Salva

Salva

Sabato 21 gennaio, presentazione di Grazie, Graziano Braschi a Bagno a Ripoli

Graziano Braschi e Sergio Calamandrei alla presentazione de L'unico peccato, alla IBS nel 2006

Sabato 21 gennaio 2017 alle 17 sarà presentata da Giuseppe Previti, alla Biblioteca Comunale di Bagno a Ripoli (via di Belmonte 38), l’antologia Grazie, Graziano, pubblicata a ricordo del carissimo Graziano Braschi. Interverranno numerosi autori. Per maggiori informazioni vedi http://www.calamandrei.it/grazie-graziano-braschi-alla-biblioteca-comunale-di-bagno-a-ripoli-il-21117/

Graziano Braschi e Sergio Calamandrei alla presentazione de L’unico peccato, alla IBS nel 2006

graziano-braschi-sergio-calamandrei-800x445

Salva

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: