Due presentazioni il 12 e 13. Come autore: NERO URLANTE al Bella Blu; come presentatore: VIA DA SPARTA di Menzinger e UN ETRUSCO TRA I NURAGHES di Pestelli

Settimana intensa: il 12 dicembre parteciperò ad una presentazione di NERO URLANTE, il 13 sarò uno dei presentatori di un doppio incontro con Carlo Menzinger ed Alberto Pestelli.

Ma andiamo con ordine:

Nero Urlante, antologia sulle paure e fobie comprendente il mio Mi vogliono uccidere, sarà presentata martedì 12 dicembre alle 19 al Bella Blu Café – American Bar – Firenze, via Lungo l’Affrico 96. Il Bella Blu è un locale che va per la maggiore per l’apericena; infatti, il sottoscritto e gli altri autori che saranno presenti “apericeneranno” insieme ai lettori che vorranno farlo.

Martedì 12 dicembre 2017
Firenze, Via Lungo l’Affrico 96
Bella Blu Café
Ore 19.00
presentazione (e, volendo, apericena) con
NERO URLANTE
11 scritti di paura
(Pagliai, 2017)
Il curatore dell’antologia Andrea Gamannossi e gli autori dei racconti dialogheranno col pubblico

Nero urlante copertina big

Maggiori informazioni sull’antologia e la presentazione in questa pagina.


Il 13 dicembre incontrerò, invece, due mie vecchie conoscenze.

Il sogno del ragno, primo volume del ciclo Via da Sparta, è l’ultimo romanzo di Carlo Menzinger. Un etrusco tra i nuraghes, volume 2, è il secondo libro dell’omonima serie scritta da Alberto Pestelli.
Nell’ambito degli incontri organizzati da Pro Natura Firenze, mercoledì 13 dicembre alle 18, io, Gianni Marucelli, Iole Troccoli e gli autori parleremo di queste due opere nella sala delle conferenze del ristorante I cinque sensi, in Via Pier Capponi 3, Firenze.

cinque sensi 13-12-2017

Maggiori informazioni sui due autori, i loro libri e questo incontro, sono disponibili in questa pagina.

vestegrafica

Etrusco II Pestelli

 

 

 

 

Annunci

Presenterò Miniati mercoledì 22 novembre alla IBS-Libraccio di Firenze – LJUBLJANA

Il 22 novembre Giuseppe Previti e io presenteremo un giallo di Enrico Miniati alla IBS-Libraccio di Firenze (via de’ Cerretani 16R)

Mercoledì 22 novembre ore 18.00
Enrico Miniati presenta

Ljubljana. Una storia di diamanti, amore e morte
Edizioni Atelier

 

LA QUARTA DI COPERTINA

Due città, Firenze e Lubiana, fanno da sfondo a una storia drammatica. La prima quasi non appare e rimane sempre sfumata, eterea e bella qual è. L’altra, Ljubljana, è invece il crudele teatro dove si svolge l’apice della vicenda. È qui, tra le sue viuzze percorse dai turisti e i degradati quartieri popolari creati dall’ex regime comunista, che il dramma esplode con tutta la sua violenza. Nel racconto troviamo, anche se solo di sfuggita, un’altra città, Milano, dove in un inverno freddo e ventoso, circa dieci anni prima dei fatti narrati, inizia la storia d’amore di Beatrice e Guido. Una storia qualunque, come lo sono tante altre, nata però con il peccato originale di un tremendo segreto che costituirà la chiave di volta dell’intera vicenda.

Fino al 1/11/17 i miei libri scontati al 50%

50 per cento meno

Fino alla mezzanotte del 1/11/17 i miei libri sono scontati al 50%. Li trovate in questa pagina. La motivazione ufficiale dell’editore è “per festeggiare Halloween”. Direi che, comunque, ogni scusa è buona se si riesce a far leggere le proprie opere. Lo sconto vale anche per gli ebook, quindi con 3,5 euro vi portate via due romanzi gialli e ironici, un saggio divertente sui rapporti conflittuali tra la nostra società e il sesso e un’antologia di racconti, questi sì, da brivido.

Qui sotto le istruzioni per l’acquisto scontatissimo sul sito dell’editore

Festeggia Halloween con uno sconto da paura: 50% di sconto su oltre 25.000 libri cartacei e ebook.

Festeggia con noi una delle feste più divertenti dell’anno: Halloween

Per 48 ore oltre 25.000 libri (cartacei e digitali) saranno scontati del 50%. La promozione è attiva dalle ore 13.00 del 30.10.2017 alla mezzanotte dell’ 01.11.2017.

COME APPLICARE LO SCONTO?
Una volta individuato il libro cercandolo sullo store, clicca su AGGIUNGI AL CARRELLO. Nella pagina del carrello, in basso a sinistra c’è un campo chiamato “Se hai un codice coupon inseriscilo qui”, digita il codice HALLOWEEN (tutto in maiuscolo) e clicca su INSERISCI. Il totale dell’ordine sarà automaticamente scontato del 50%.

Ora procedi con l’ordine cliccando su PROCEDI ALL’ACQUISTO fino alla conferma dell’ordine.

Non perdere questa straordinaria opportunità disponibile per un tempo limitato. 


Maggiori informazioni sulle mie opere:

Sul Progetto Sesso Motore

Su Sangue Gratis

 

Ecco i migliori blog letterari italiani (3)

Blog letterari, da esplorare.

VITA DA EDITOR

blogTerzo e ultimo post in cui ho cercato di sopperire all’assenza di attendibili rassegne o classifiche dei blog letterari italiani domandando agli ideatori o ai caporedattori la storia e le peculiarità di quelli che seguo con più interesse. Solo facendo rete, coloro che dedicano ai libri e alla lettura il proprio tempo, per lavoro o per diletto, possono ottenere qualche risultato significativo e giungere al di là delle proprie cerchie di amici, followers o estimatori che dir si voglia, magari suscitando persino la curiosità dei famigerati non-lettori: dunque ringrazio tutti quelli che hanno risposto alla mia richiesta, ma anche quanti si sono soffermati a leggere questi post, li hanno rilanciati sui social network e soprattutto sono andati a curiosare sui link dei lit-blog ospitati.

View original post 3.313 altre parole

Sabato 21/10/17 prima uscita di Passata è la tempesta, alla IBS-Libraccio di Firenze

Sabato 21 ottobre alle 18 sarà presentata per la prima volta, alla IBS-Libraccio di Firenze (via de’ Cerretani 16/R), l’antologia Passata è la tempesta. Dell’alluvione, e di altre calamità, un’antologia di narrazioni in giallo e nero raccolte da Alberto Eva, alla quale partecipo con Sabatino e la catastrofe del risanamento, terza delle mie storie ambientate ai tempi di Firenze Capitale. Sarò presente insieme al curatore Alberto Eva e ad altri autori.

Come ben spiegato nel brano della prefazione di Eva, riportato in questa pagina, l’antologia inizialmente doveva comprendere racconti gialli e noir legati all’alluvione di Firenze, ma in seguito il tema è stato ampliato alle catastrofi e calamità, in generale.

passata tempesta 2 800x445

Nel mio racconto ho parlato di una catastrofe provocata dall’uomo: la distruzione di buona parte del centro medievale di Firenze avvenuta alla fine dell’Ottocento. Ho cercato di spiegare le cause di questa gigantesca operazione immobiliare (coinvolse 70.000 metri quadri del centro storico dal quale furono sfollati quasi 6.000 abitanti) che con la nostra attuale sensibilità non può che essere considerata una delle maggiori catastrofi urbanistiche mai avvenute, tra quelle non dovute a eventi bellici o a calamità naturali. La storia si snoda dal 1865 al 1894 e mette in correlazione il lungo processo che portò al “risamento” del centro, con la presenza in Firenze di un fortissimo movimento anarchico.

CATASTROFI copertina media

 

L’antologia è curata da Alberto Eva e pubblicata da Carmignani Editrice.

GLI AUTORI

Racconti di: Sergio Calamandrei, Daniele Cambiaso e Rino Casazza, Alberto Eva, Leonardo Gori, Loriano Macchiavelli, Daniele Nepi, Maurizio Pagnini, Riccardo Parigi e Massimo Sozzi, Enrico Solito, Enrico Tozzi, Federigo Vinci.

A cura di Alberto Eva.

ALTRE INFORMAZIONI SUL LIBRO

Nella pagina dedicata a Passata è la tempesta sono riportati un ampio brano della intemperante prefazione di Alberto Eva e l’Incipit del mio racconto.

PIAZZA DEL MERCATO VECCHIO

Qui riporto, invece, tratta da Sabatino e la catastrofe del risanamento, una breve descrizione della piazza del Mercato Vecchio, ora sostituita dalla anonima piazza della Repubblica.

Telemaco_Signorini,_Mercato_Vecchio_a_Firenze_1882-83_39x65,5_cm

“Mi fermai a riposare e appoggiai il sacco. La piazza del Mercato Vecchio, adesso che erano state abbattute tutte le baracche e le casupole che erano sorte al suo interno nel corso dei secoli, aveva riacquistato respiro. Gli edifici medievali che la contornavano erano fatiscenti e diroccati, ma il peso degli anni conferiva loro una solennità che intimidiva. La Loggia del Pesce, del Vasari, abbelliva il lato della piazza che dava in direzione di Palazzo Strozzi; quella e la Colonna dell’Abbondanza, sarebbero stati gli unici manufatti di quel luogo che si sarebbero salvati, anche se a costo di essere smontati e trasferiti altrove. Sul lato dalla parte di via dei Calzaiuoli, la piccola chiesa di San Tommaso in Foro e le antiche botteghe dei Borromei erano destinate a sparire. Sul fronte verso l’Arno, la catastrofe del risanamento avrebbe abbattuto il tabernacolo di Santa Maria della Tromba e l’imponente Torre dei Caponsacchi, svettante sulle case che l’affiancavano. Infine, il quarto lato della piazza era delimitato dal massiccio fronte del ghetto, indubbiamente poco elegante e un po’ opprimente, con i suoi edifici alti fino a sette piani. Le tante finestre del ghetto, solitamente popolate di persone affacciate, adesso erano deserte. L’intero isolato, ormai svuotato di vita, pareva aver perso ogni energia e in procinto di crollare su se stesso, da un momento all’altro.”

piazza-del-mercato-vecchio-14

Where_ghosts_walk_-_the_haunts_of_familiar_characters_in_history_and_literature_(1898)_(14596408409)

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: